News Mondiali 2018

La Nazionale Maschile è in viaggio verso Milano dove da venerdì 21 sarà impegnata nella seconda fase dei Campionati del Mondo Maschili. Ieri sera gli azzurri hanno ricevuto l’abbraccio del Mandela Forum che anche per l’ultima gara giocata contro la Slovenia ha fatto registrare il tutto esaurito. 
I ragazzi di Blengini, però, oltre a palazzi dello sport sempre pieni possono contare sul supporto dei milioni di italiani che li stanno seguendo in tv. Anche ieri, infatti, la gara trasmessa in diretta su Rai 2 è stata seguita da 2 milioni 175 mila spettatori facendo registrare uno share del 9.5%.

Firenze. Di fronte a un Nelson Mandela ancora una volta sold-out (8330 gli spettatori) la nazionale italiana maschile ha chiuso la prima fase del Campionato Mondiale 2018 imbattuta, superando la Slovenia 3-1 (23-25, 25-19, 25-13, 25-18).
Grazie al successo i ragazzi di Blengini avranno il vantaggio di presentarsi a Milano (Pool E) a punteggio pieno (5 vittorie e 15 punti). Al Forum di Assago (21-23 settembre) Giannelli e compagni si giocheranno l’accesso alla fase finale contro: Olanda, Russia e Finlandia.       
A Torino si qualificheranno sei squadre: le prime classificate dei gironi E, F, G, H, più le due migliori seconde tra i quattro raggruppamenti.
Domani l’Italia lascerà Firenze e si trasferirà a Milano, dove esordirà venerdì 21 settembre al Forum di Assago contro la Finlandia (ore 21.15, in diretta su RaiDue).          
Questa sera l’Italia non è partita bene e nel primo set ha commesso diversi errori, faticando a prendere le misure al sevizio avversario. Dal secondo parziale in poi, complice il positivo ingresso di Maruotti, i ragazzi di Blengini sono andati in crescendo e hanno indirizzato a proprio favore il match. Molto convincente la prestazione a muro di Simone Anzani (6 quelli messi a segno), così come la prova di Max Colaci in difesa. Il miglior marcatore dell’incontro è stato Ivan Zaytsev con 18 punti.
CRONACA - Nessuna novità nella formazione iniziale dell’Italia: Giannelli in palleggio, opposto Zaytsev, schiacciatori Lanza e Juantorena, centrali Anzani e Mazzone, libero Colaci. Nel corso della gara ha avuto ampio spazio Gabriele Maruotti, in campo dal secondo set al posto di Lanza.     
L’inizio è stato in salita per gli azzurri, messi in difficoltà dalla battuta degli sloveni (6-7). L’Italia ha replicato con il muro, ma dopo esser stata avanti (12-10), non è riuscita a dare continuità alla propria azione. Sul (17-17) la formazione ospite, spinta da Gasparini, ha guadagnato un break (19-21) che con caparbietà ha difeso sino alla fine (23-25).
Al rientro in campo è stata ancora la Slovenia a farsi trovare più pronta, mentre i ragazzi di Blengini hanno faticato a ingranare (2-5). Con il passare del gioco l’Italia, dentro Maruotti per Lanza, è cresciuta e sfruttando la vena positiva di Zaytsev si è riportata in parità (9-9). Un ace di Giannelli, e un muro di Anzani hanno lanciato la fuga azzurra che è valsa la vittoria del set (25-19).
Tutto in favore degli azzurri il terzo parziale, Juantorena e compagni hanno messo sotto pressione la Slovenia che ha commessi molti errori ed è scivolata indietro (10-5). Maruotti ha confermato il suo momento positivo e ha contribuito a spingere ulteriormente avanti la nazionale tricolore (13-7). Le spettacolari difese di Max Colaci e i muri di Simone Anzani hanno incendiato in più occasioni il Mandela Forum, sino al definitivo (25-13).         
Nella quarta frazione l’Italia ha subito preso il comando delle operazioni, ma gli sloveni sono rimasti a contatto (12-10). I ragazzi di Blengini hanno mantenuto costante un buon livello di gioco, mentre gli sloveni non sono più stati in grado di reggere il ritmo azzurro e si sono dovuti arrendere (25-18).
GIANLORENZO BLENGINI: “È stata una vittoria durissima, perché la Slovenia ha disputato una gran partita. A inizio gara sono stati capaci di battere benissimo, a livello delle prime formazioni al mondo e questo ci ha creato diversi problemi. Sono molto soddisfatto di come i ragazzi hanno reagito, riuscendo a venir fuori alla distanza. Chiudere con cinque vittorie e il massimo dei punti era il nostro obiettivo, adesso poco importa chi affronteremo perché tutte le avversarie sono di altissimo livello. Dobbiamo continuare a pensare una partita alla volta.” 
GABRIELE MARUOTTI: “Queste giornate a Firenze sono state bellissime, grazie a un pubblico stratosferico. La partita di stasera era la più importante, cosi adesso potremo passare due giorni tranquilli in attesa delle gare di Milano. Sono contento di aver potuto dare il mio supporto alla squadra, spero che vada così anche le prossime volte. Sino a questo momento abbiamo fatto un bel percorso, ma nella prossima fase dovremo ricominciare da capo”.

Tabellino: Italia-Slovenia 3-1 (23-25, 25-19, 25-13, 25-18)

ITALIA: Zaytsev 18, Juantorena 13, Mazzone 11, Lanza 3, Anzani 11, Giannelli 2. Libero: Colaci. Candellaro, Maruotti 6, Nelli, Rossini (L). N.e: Randazzo, Cester, Baranowicz. All. Blengini

SLOVENIA: Cebulj 10, Kozamernik 5, Ropret 1, Urnaut 11, Pajenk 6, Gasparini 14. Libero: Kovacic. Sket 3. N.e: Stern, Pavlovic, Vincic, Stalekar, Klobucar, Toman (L), All. Kovac

Arbitri: Macias (Mes) e Shaaban (Egi).

Spettatori: Durata set: 33', 32', 28’, 31’.

Italia: 5 a, 15 bs, 13 m, 25 et.

Slovenia: 3 a, 18 bs, 8 m, 34 et.

Le squadre qualificate alla seconda fase

Pool A (Roma/Firenze): Italia, Belgio, Slovenia e Argentina.

Pool B (Ruse): Brasile, Olanda, Francia e Canada.

Pool C (Bari): Stati Uniti, Serbia, Russia e Australia.

Pool D (Varna): Polonia, Iran, Bulgaria e Finlandia.

I gironi della seconda fase (21-23 Settembre)

Pool E (Milano): Italia (5v 15 p), Olanda (4v 11p), Russia 3 (3v 10p), Finlandia (2v 6p).

Pool F (Bologna): Brasile (4v 11p), Belgio (3v 10p), Slovenia (3v 9p), Australia (2v 7p),

Pool G (Sofia): Stati Uniti (5v 13p), Iran (4v 11p), Bulgaria (3v 9p), Canada (3v 9p). 

Pool H (Varna): Polonia (5v 15p), Serbia (4v 12 p), Francia (3v 11p), Argentina (2v 6p).

Il calendario della seconda fase italiana

Pool E (Milano)         
21 settembre: ore 17 Olanda - Russia; ore 21.15 Italia - Finlandia.
22 settembre: ore 17 Olanda - Finlandia; ore 21.15 Russia - Italia.
23 settembre: ore 17 Russia - Finlandia; ore 21.15 Olanda - Italia.​

Pool F (Bologna)      
21 settembre: ore 17 Brasile - Australia; ore 20.30 Belgio - Slovenia.       
22 settembre: ore 17 Australia - Belgio; ore 20.30 Slovenia - Brasile.       
23 settembre: ore 17 Slovenia - Australia; ore 20.30 Belgio - Brasile.

La formula della seconda fase       
Alla conclusione degli incontri verranno stilate delle classifiche delle quattro pool, che terranno conto delle vittorie e dei punti conquistati da ogni singola squadra nella prima e nella seconda fase.
Le quattro vincitrici delle pool della seconda fase accederanno alla terza fase, insieme alle due migliori seconde dei  quattro raggruppamenti.

Firenze. La vittoria dell’Argentina sulla Slovenia 3-2 (25-18, 22-25, 27-29, 25-17, 15-13) ha regalato all’Italia la certezza del primo posto nella pool A.         
Nella seconda fase quindi si disputerà a Milano il girone E (21-23 settembre) con in campo: gli azzurri di Blengini (1A); la seconda classificata del girone B che sarà una tra Olanda, Canada e Brasile; la terza della pool C, ovvero la perdente di Serbia-Russia; la Finlandia già certa del 4° posto nel girone D.
A Bologna, sempre dal 21 al 23 settembre, andrà in scena la pool F composta da: prima classificata del gruppo B, seconda e terza del raggruppamento A e Australia (quarta del raggruppamento C).

La Nazionale Italiana ieri ha conquistato la sua quarta vittoria nei Campionati del Mondo in un Mandela Forum che ha fatto registrare il terzo sold out consecutivo. Se da un lato il popolo del volley non sta facendo mancare il suo affetto e supporto agli azzurri, dall’altra ci sono milioni di appassionati sportivi che stanno seguendo le partite degli uomini di Blengini in tv con una notevole costanza. 
Anche il match giocato contro i caraibici, infatti, ha fatto registrare ottimi dati di ascolti confermando il trend positivo dei giorni precedenti: sono stati 2milioni e 87mila gli spettatori registrati con uno share del 9.4%.

Firenze. Nel Campionato Mondiale maschile 2018 va in scena oggi la penultima giornata di gare della prima fase. La nazionale italiana di Gianlorenzo Blengini non scenderà in campo, ma guarderà con interesse la sfida di stasera tra l’Argentina e la Slovenia, quest’ultima avversaria di domani degli azzurri (ore 21.15 con diretta su RaiDue) nella partita conclusiva della pool fiorentina.         
Dopo i quattro successi consecutivi (Giappone, Belgio, Argentina e Repubblica Dominicana) in casa italiana l’obiettivo è chiudere ovviamente al primo posto, ma soprattutto fare il pieno di punti, in vista della seconda fase dove le quattro squadre qualificate si porteranno dietro tutti i risultati.       
A Milano nel frattempo cresce l’entusiasmo per l’arrivo di Juantorena e compagni, sono ormai prossimi all'esaurimento i biglietti per le gare del Forum di Assago: già sold out sabato 22 settembre, mentre sono ancora disponibili gli ultimi tagliandi per venerdì 21 e domenica 23.           
In attesa della gara tra gli azzurri e gli sloveni, queste le dichiarazioni rilasciate da Simone Giannelli e Ivan Zaytsev nell’incontro stampa tenutosi oggi pomeriggio.

SIMONE GIANNELLI: "Siamo soddisfatti di quanto fatto sinora, però il Campionato Mondiale è ancora molto lungo e quindi dobbiamo tenere alta la concentrazione. Oggi è giornata riposo e sfrutteremo queste ore per recuperare le energie in vista dell'importante sfida con la Slovenia. Sappiamo che anche contro di loro ci vorrà una buona prestazione, sono un'ottima squadra che sta disputando un gran Mondiale.
La cosa migliore da fare è affrontare ogni partita come fosse come fosse l'ultima e già da domani dovremo scendere in campo con questo atteggiamento".

IVAN ZAYTSEV: "Tutto sta andando molto bene, la squadra si sta esprimendo su buoni livelli e intorno a noi sentiamo crescere sempre più l'entusiasmo. Il Mondiale, però, è ancora "lontano", nel senso che per tirare le somme mancano tante partite. Adesso vogliamo concludere nel migliore dei modi il girone, penso che domani la sfida contro la Slovenia sia fondamentale per il nostro cammino.
Sono convinto che sarà una partita molto difficile, sicuramente la più impegnativa del girone sia per il valore dell'avversario che per l'importanza della posta in palio. Da diversi anni gli sloveni che ci danno del filo da torcere a livello europeo, sono una formazione che gioca una buona pallavolo, allenata da un tecnico bravo che conosco bene come Boban Kovac".

RISULTATI, CALENDARIO E CLASSIFICA

Pool A (Firenze/Roma) - 9/9 Italia-Giappone 3-0. 12/9 Domenicana-Slovenia 1-3; Belgio-Argentina 3-1. 13/9 Dominicana-Giappone 0-3; Italia-Belgio 3-0. 14/9 Argentina-Dominicana 3-0; Giappone-Slovenia 1-3. 15/9 Belgio-Slovenia 2-3; Italia-Argentina 3-1. 16/9 Giappone-Belgio 1-3; Dominicana-Italia 0-3. 17/9 Belgio-Dominicana (ore 17); Argentina-Slovenia (ore 20.30). Riposano Giappone e Italia. 18/9 Giappone-Argentina (ore 17); Italia-Slovenia (ore 21.15).
Classifica: Italia 4v 12p; Slovenia 3v 8p, Belgio 2v 7p, Argentina 1v 3p, Giappone 1v 3p, Dominicana 0v 0p. 

Pos Team Pts
1. Italia 15
2. Belgio 10
3. Slovenia 9
4. Argentina 6
5. Giappone 5
6. Rep. Dominicana 0
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31